Umberto Zanin

Umberto – come dicono gli alpini – è andato avanti. Con il suo passo sicuro, la sua indomita fiducia, ci sta aprendo e indicando la strada. Il suo amore per la poesia, per il dialetto, per la potenza consolatrice delle parole, resta qui con noi, nessuna è andata perduta.

Arcopoesia” era un ramo delle sue tante passioni e la magia della grande rete ci consentirà di goderne ancora. Noi figli (e nipoti) desideriamo tenerlo acceso, magari con qualche aggiornamento dei contenuti, che potete anche segnalarci se volete. Anche questo – per noi – è un modo per dire: grazie papà, grazie per il tuo esempio luminoso.

Luca